Planning annuale: siete pronti al 2022?8 min DI LETTURA

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
planning

Gennaio è in assoluto il mese del planning annuale, in cui ognuno cerca di dare ordine dopo il reset e i resoconti di fine anno.

E come ogni anno sono qui a scrivere un articolo, sempre richiestissimo, in cui provo a darti delle dritte su come poter pianificare al meglio il tuo anno e, quindi, il tuo wedding business.

Ma prima di immergerci in spiegazioni, tecniche e tips di vario genere lascia che ti dica una cosa: il modo per avere più tempo è utilizzare il tempo degli altri, ma dopo aver ben organizzato il proprio!

Detto questo oggi voglio aiutarti a migliorare su tre aspetti: 

  1. La gestione del tuo tempo 
  2. La gestione del tempo altrui 
  3. La scelta degli strumenti che ti aiutano nel planning

Essere una specialista del marketing per il matrimonio, infatti, implica innanzitutto conoscere com’è fatta una azienda strutturata e ben gestita. 

LA GESTIONE DEL TUO TEMPO 

Gestire il tempo ed avere un planning annuale è l’ arma per il successo di chiunque in quanto il tempo è l’unica risorsa di cui ognuno di noi dispone e che, sebbene, può sembrare banale è quella risorsa che una volta persa non torna più. 

Per cominciare a gestire correttamente il proprio tempo bisogna, innanzitutto, dare un valore a tutte le attività della nostra giornata ed a pianificare attività sia personali che professionali. 

Essere consapevoli di quanto tempo serve per portare a termine qualsiasi attività o, meglio ancora, essere coscienti di quanto tempo perdiamo ogni giorno in cose di poco conto, costituisce il primo passaggio verso un planning annuale vincente. 

La sensazione che avrai di avere tutto sotto controllo è super potente: ti sentirai in pace ed armonia sapendo di aver fatto tutto ciò che avevi pianificato di fare. 

Ma arrivare a gestire il tempo personale perfettamente nonché stilare un planning di supporto è un processo di trasformazione graduale, necessario soprattutto se bisogna gestire anche il tempo degli altri. 

I 4 ingredienti magici per avviare questo processo sono: 

  • il desiderio, motore di ogni cosa
  • la volontà, capacità di insistere verso uno scopo
  • la determinazione, caparbietà di non cedere alle tentazioni
  • la disciplina, da allenare e migliorare con l’abitudine. 

La ciliegina sulla torta per sfruttare al top il tempo a propria disposizione è il planning annuale e, a cascata quello mensile, settimanale e giornaliero. 

Partiamo dalla cosa mediamente più semplice: pianificare la propria settimana. 

Per poter sfruttare al meglio le giornate della settimana che hai davanti a te devi investire un paio d’ore del tuo tempo settimanale, per definire gli obiettivi e le attività della settimana. Questo tempo non sarà affatto perduto perché quelle ore investite a pianificare ti permetteranno di salvare il tempo settimanale, ottimizzandolo e rendendo le tue attività qualitativamente migliori. 

Per attuare questo processo di pianificazione ti offro altri 4 ingredienti: 

  • Crea una lista di tutto ciò che hai da fare
  • Dare ad ogni attività una categoria (es: lavoro, famiglia, sport, ecc)
  • Quantificare ogni attività 
  • Collocare le varie attività nel tuo planning settimanale in una fascia oraria precisa

Se la lista delle cose che hai da fare sono maggiori rispetto al tempo a tua disposizione allora significa che hai bisogno del tempo altrui.

Ed ora ti spiego come gestire il tempo dei tuoi collaboratori.

LA GESTIONE DEL TEMPO ALTRUI

La capacità di un vero imprenditore, tra le altre cose, sta proprio nell’organizzazione del tempo altrui. In verità ritengo che un imprenditore può definirsi tale se è davvero organizzato, perché essere imprenditore non significa soltanto essere autonomi e non lavorare alle dipendenze di nessuno. 

Leggo di persone che si definiscono imprenditori, business man o similari, ma nell’analizzare i business di questi sedicenti personali “vedo cose che voi umani…”, ma lasciamo stare per ora perché forse un giorno ti racconterò cose pazzesche ma non è questo il momento. 

Solo una cosa: diffida dalle paillettes perché possono pure brillare ma sempre di plastica laminata si tratta!

Dunque, per organizzare Other People Time (si dice così in gergo manageriale) dobbiamo partire dal concetto di delega. 

Delegare significa, letteralmente, incaricare e affidare a qualcun altro l’esercizio di alcuni funzioni o poteri, per nostro conto. Perché ciò possa accadere è necessario che tu abbia un’organizzazione personale alla base, viceversa trasferirai ai tuoi collaboratori solo caos: ecco perché la gestione del tuo tempo e il tuo planning annuale è la condizione per la gestione del tempo altrui. 

Facciamo un’altra precisazione. 

Esistono due tipi di deleghe: 

  • Deleghe meramente operative
  • Deleghe di responsabilità

Nel primo caso delegherai ai tuoi collaboratori singole operatività che tu stesso supervisionerai e ne controllerai lo svolgimento. In questo caso potremmo dire che la delega è parziale perché tu sarai costretto a impiegare il tuo tempo nel controllo e ciò non ti aiuterebbe a concentrarti su altre attività più importanti. 

Nel secondo caso delegherai ad un tuo collaboratore il compito di portare a termine un obiettivo, e non singole azioni, dandogli la responsabilità delle modalità con cui devono essere svolte le operatività collegate a quell’obiettivo. Con questo tipo di delega avrai bisogno di collaboratori skillati e, al tempo stesso, di maggiore organizzazione perché tu non possa perdere il controllo della tua azienda.

Precisato tutto ciò, ora ti fornisco i 4 ingredienti di cui hai bisogno per potere gestire eccellentemente il tempo altrui e liberare il tuo planning annuale di operatività che ti distolgono dal tuo ruolo di imprenditore del wedding: 

  • Un mindset da real wedding entrepreneur 
  • Una buona organizzazione personale ed aziendale 
  • Dei collaboratori skillati 
  • Delle procedure aziendali definite

Ma per pianificare e gestire hai bisogno di alcuni strumenti che, concretamente, possono supportarti per tutte le azioni di cui ti ho parlato in questo articolo.

GLI STRUMENTI CHE TI AIUTANO NEL PLANNING

Esistono strumenti, analogici e digitali, che possono aiutarti nella gestione del tempo e nel planning annuale tuo e dei tuoi collaboratori. 

Ecco quelli che reputo di consigliarti per affrontare questo 2022 approcciando da vero wedding entrepreneur e non da “business man blablabla”:

  • Un taccuino per raccogliere le tue to do list e le tue idee 

Il taccuino è il posto in cui butti giù tutte le cose che hai da fare in maniera disordinata. Nello stesso taccuino puoi appuntare idee, ispirazioni su attività o progetti che vuoi realizzare per la tua azienda o per la tua vita personale. 

Questo strumento, ma soprattutto l’abitudine di appuntare in un unico luogo tutto ciò che ti passa per la mente, ti riduce lo stress in un modo che non puoi neanche immaginare. Esso, infatti, ti consentirà di liberarti dai pensieri avendo la certezza che non li perderai: io lo adoro!

Ovviamente il tuo taccuino può essere cartaceo o digitale, in quest’ultimo caso ti consiglio di sfruttare le note del tuo iphone. 

Se ami infatti appuntare tutto sul tuo smartphone, le note di Iphone sono eccezionali perché ti permettono di lavorare sui diversi dispositivi IOS, eventualmente in tuo possesso, come Ipad e MacBook: in questo modo ovunque ti ricorderai di annotare qualcosa, le tue idee saranno custodite sempre in un unico luogo. 

>>> Scopri qui come sfruttare al meglio ne note del tuo Iphone: https://support.apple.com/it-it/HT205773<<<

  • Agenda personale per il planning annuale

L’agenda è lo strumento che ti consente di pianificare le tue attività ordinandole per priorità e per scadenza. Una buona agenda deve avere spazi organizzati per consentirti di pianificare gli obiettivi mensili, settimanali e giornalieri, nonché le singole attività per conseguire i vari obiettivi. 

Esiste anche un’agenda, il Life Planner, che ti permette di monitorare i tuoi stati emotivi perché è molto concentrate sul migliorare la consapevolezza personale: io l’ho usata qualche anno fa, prima di progettare il Daruma Planner che ormai è diventata il must del mio team e di tutti i miei clienti da quattro anni.

>>>Scopri il Daruma Planner qui: https://darumastudio.it/planner/prodotto/daruma-planner-2022/<<<

>>>Scopri il Life Planner qui: https://www.life-planner.it/<<<

  • Un gestionale per organizzare le tue attività e quelle dei tuoi collaboratori

Lo strumento per organizzare il proprio lavoro e quello del proprio team è la chiave che ti consente di essere davvero organizzato ma soprattutto di avere il controllo del tuo wedding business sia in termini logistici che di fatturato. 

Esistono diversi gestionali, molti di questi gratuiti o poco costosi, strutturati super bene e molto intuitivi in termini di utilizzo, che possono aiutarti ad organizzare e monitorare ogni aspetto della tua azienda.

Il mio preferito è Trello, di cui ne ho già parlato sul mio blog, perché è un valido strumento anche per organizzare i matrimoni, diverso dai rudimenti fogli excell. 

>>>Leggi di più su Trello e il planning matrimonio: https://www.inespesce.it/organizzare-un-matrimonio-con-un-gestionale/<<<

Altri gestionali che possono aiutarti sono: 

  • Fatture inCloud per la fatturazione
  • Google Tasks

Se vuoi altri consigli su come gestire al meglio il tuo wedding business e come sfruttare le migliori strategie di wedding marketing professionale, ti consiglio la lettura del mio libro: 

Seguimi anche su Instagram per le mie #dailytips:

Ines Pesce

Ines Pesce

Chi sono

La comunicazione e il marketing che hanno spinto ogni mia scelta sin da ragazzina sono, finalmente, oggi il mio lavoro. Quel lavoro che svolgo con passione e che mi spinge ad ampliare le conoscenze e competenze ogni giorno, a studiare, sperimentare e non sentirmi mai arrivata.

Seguimi sui miei social

Ultimi Articoli

Resta Aggiornato

Seguimi su Facebook